giovedì 26 febbraio 2009

WOLF ERLBRUCH, L'ANATRA, LA MORTE E IL TULIPANO

VI SCRIVO LA MIA
Parlare della morte con un bambino potrebbe creare delle difficoltà. Il fatto è che, più si evita un discorso, più quello scava tunnel di curiosità che restano sotterranei. Alla lunga i tunnel indeboliscono il terreno e lui cede. Uno dei tanti strumenti per affrontare l'argomento, può essere la lettura e questo libro mi ha colpita particolarmente, per la ricercata delicatezza e per la bellezza delle pagine.
Già da molto tempo l’anatra aveva come un presentimento. «Chi sei? E perché mi strisci alle spalle di soppiatto?». «Bene, finalmente ti accorgi di me» disse la morte. «Sono la morte». L’anatra si spaventò. Non la si può certo rimproverare per questo. «E adesso vieni a prendermi?».
(L' anatra, la morte e il tulipano, Erlbruch Wolf, E/Ocollana Il baleno 2007, € 13.00-ISBN: 8876417745)

5 commenti:

  1. QUesto libro è bellissimo: delicato, emozionante, a tratti divertente..
    Conosci "La visite de petite mort" di Kitty Crowther?

    RispondiElimina
  2. no, non lo conosco. casa editrice?

    RispondiElimina
  3. Lutin poche. Non è (ancora) uscito in Italia.
    Ecco vedi Costanza...se fossimo vicine di casa, in questo momento sarei già alla tua porta (in tenuta bracalona e pantofole) con tutti i miei libri di Kitty Crowther in una mano e dal pain d'épices appena sfornato nell'altra....

    RispondiElimina
  4. il pain d'épices? e i libri di Kitty Crowther?
    potrei trasferirmi anche subito!!!

    RispondiElimina
  5. maledetta sia la longitudine! :)

    RispondiElimina